COME PULIRE I DISCHI DEI FRENI DELLA BICI

Come pulire i dischi dei freni della tua bici?

Può sembrare un’operazione banale, ma a volte bastano piccole disattenzioni per compromettere l’efficienza dell’impianto frenante.

Oppure semplicemente per renderlo più rumoroso.

I classici dischi che “fischiano”, ad esempio, spesso sono dovuti ad un’errata pulizia.

Ora analizzeremo i metodi migliori per pulire i dischi freno della bici e vedremo anche quali sono gli errori più comuni da evitare

SGRASSATORE SPECIFICO

La strategia migliore per ottenere un buon risultato è quella di utilizzare uno sgrassatore specifico per freni a disco.

Ormai quasi tutte le aziende che si occupano della cura della bici ne ha almeno uno in gamma, a costi piuttosto accessibili.

Basta spruzzarne una piccola quantità su un panno pulito o su della carta assorbente e passarlo con cura su tutta la superficie del disco.

In altri casi, il prodotto deve essere spruzzato direttamente sul disco e lasciato agire per qualche istante prima di pulire con un panno.

In genere non c’è bisogno di risciacquare, ma è sempre meglio leggere le istruzioni d’uso per essere più sicuri.

Se utilizzi un panno, l’unica accortezza è che sia ben pulito.

Ovviamente non deve essere stato usato in precedenza per pulire la trasmissione, ma neanche per lucidare il telaio, poiché molti prodotti contengono una componente oleosa che può creare una patina sul disco e danneggiare le pastiglie.

Insomma, per evitare errori, il consiglio è di dedicare un panno esclusivamente alla pulizia dei dischi.

ALCOOL

Un’altra soluzione valida consiste nell’utilizzare un panno o della carta assorbente imbevuta di alcool. L’ideale sarebbe l’alcool isopropilico, ma visto che non è così facile da trovare, può andare bene anche l’alcool normale.

E’ una tecnica meno raffinata, ma comunque efficace e senza particolari controindicazioni.
Nel caso dell’alcool isopropilico non c’è bisogno di risciacquo; se utilizzi quello normale, per scrupolo, se ne può effettuare uno veloce.

ACQUA E SAPONE

La classica acqua e sapone utilizzata per la pulizia della bici può rappresentare un’altra valida alternativa.

Attenzione, però, ai prodotti troppo aggressivi, che nel lungo periodo possono danneggiare i componenti.

Meglio usare un prodotto specifico per il lavaggio bici oppure saponi delicati.

In questo caso ci sono due accortezze da tenere a mente.

Primo, non utilizzare la stessa acqua e la stessa spugna usata per la pulizia della trasmissione, perché inevitabilmente conterranno residui oleosi.

Secondo, risciacqua abbondantemente con acqua e poi asciuga con un panno pulito, perché residui di sapone potrebbero rendere rumorosi i dischi.

CARTA ABRASIVA A GRANA FINE

Nel caso di incrostazioni o sporco particolarmente ostinato si può adottare una tecnica leggermente più aggressiva, ovvero passare sul disco con una carta abrasiva a grana molto fine (800-1000).

ATTENZIONE ALL’AUTOLAVAGGIO

Lavare la bici all’autolavaggio con getto d’acqua ad alta pressione è sconsigliato, ma diciamo la verità, per necessità o mancanza di tempo, qualche volta lo abbiamo fatto tutti.

Per non danneggiare ruotismi e componenti è importante non utilizzare il getto ad alta pressione da distanza troppo ravvicinata, ma per le bici con freni a disco c’è anche un’altra raccomandazione da tenere a mente: evitare tutti i programmi che prevedono lucidatura o risciacquo finale con cera, perché quasi sempre contengono una componente oleosa che lascia una patina sul disco e danneggia anche le pastiglie.
Va benissimo, invece, il risciacquo semplice, solo con acqua.

PER LE PASTIGLIE C’E’ POCO DA FARE

Se rumorosità e scarsa efficienza dell’impianto non dipendono dal disco, ma dalle pastiglie, purtroppo c’è poco da fare. La mescola, infatti, “assorbe” lo sporco e le sostanze oleose e non c’è modo di pulirle efficacemente.
Si può provare con un po’ di carta abrasiva fine, che però serve solo a eliminare polvere e residui di frenata. Nel 90% dei casi sarà necessario sostituirle.

Pulire il disco con regolarità, rimuovendo residui ed eventuali schizzi d’olio, dunque, è molto importate anche per allungare la vita delle pastiglie stesse.

PULIZIA DELLE PINZE

Infine, un breve cenno sulla pulizia delle pinze, che a volte si rende necessaria per rimuovere polvere e residui di sporco generati dalla frenata.

In questo caso serve un pizzico di manualità in più, perché per prima cosa è necessario togliere le pastiglie dalla loro sede, ed è fondamentale evitare qualsiasi tipo di prodotto per non creare danni all’impianto.
La pulizia va effettuata solo con acqua, al limite aiutandosi con un piccolo scovolino per rimuovere i residui dall’interno della pinza.